In Italia sono "scomparse" le mamme

In Italia nascono sempre meno bambini. Perché sono sempre meno le mamme. Dal 2008 a oggi le donne in età fertile, cioè quelle tra i 15 e i 50 anni, sono diminuite di 900.000 unità. Una situazione in cui le generazioni dei figli sono meno numerose di quelle dei loro genitori. La “scomparsa” di quasi 1 milione di potenziali madri in realtà deriva da un mutamento positivo nella società, il miglioramento dell’istruzione femminile, che si verificato dagli anni ’70 in poi, e il conseguente maggiore ingresso nel mondo del lavoro. Se una donna studia più a lungo e lavora, tende a fare figli più tardi o a farne meno. Il problema è che la mentalità e la politica non si sono adeguate a questo cambiamento, finora si è fatto ben poco per promuovere occupazione femminile, parità salariale, congedi di paternità, servizi per l’infanzia come gli asili. Oggi il primo figlio si fa sempre più tardi (la media è quasi 32 anni), con una minore probabilità di averne altri in seguito (la media è 1,32 bambini a testa).

Advertisement