La passeggiata migliora le prestazioni della memoria

Uno studio condotto dagli esperti della Università di Pittsburgh in America, e pubblicato dalla rivista di ricerca medica PNAS, ha dimostrato come quaranta minuti di passeggiata ogni giorno possano mantenere in forma la mente e migliorare anche la memoria a lungo termine.

La passeggiata dovrebbe avere una durata di 40 minuti e dovrebbe essere fatta a passa veloce.

Gli studiosi, infatti, hanno analizzato con una serie di test per un anno, due gruppi di uomini e donne, dell’età di circa 60-70 anni: i pazienti del primo gruppo avrebbe dovuto dedicarsi per tre volte alla settimana ad una passeggiata di quaranta minuti, fatta a passo veloce.

I pazienti del secondo gruppo, invece, avrebbero dovuto, seguire lezioni di ginnastica e di yoga nell’arco dello stesso periodo di tempo.

Il risultato di questa analisi?

La passeggiata di quaranta minuti ha raggiunto un ottimo risultato:

in primo luogo le dimensioni dell’ippocampo (la zona del cervello predisposta a gestire la memoria) sono aumentate del 2% circa, mentre nei pazienti che hanno seguito regolarmente lezioni di ginnastica, sono diminuite; in secondo luogo, le prestazioni della mente sono migliori nei pazienti, sottoposti alla camminata ogni settimana.

Insomma, la maggior parte di noi sa che una breve passeggiata, anche solo un giro dell’isolato di casa, svaga e conserva positivamente la mente, ma questo studio ha dimostrato come passeggiare regolarmente aiuta il cervello a mantenersi più a lungo in forma, con vantaggi per la memoria.

 

Tags

Advertisement