Mondiali femminili: "Siamo la generazione della svolta"

“Noi siamo la generazione della svolta perché prima c’è stato un buio di più di 20 anni. E noi stiamo portando oggi il calcio femminile nella casa di tutti quanti. Soprattutto i genitori cambiano la prospettiva, portano le bambine a giocare. Siamo quelle che stanno sdoganando questo sport. In quel senso siamo la generazione della svolta”. E’ Sara Gama a parlare, la capitana “ bis” della Nazionale e della Juventus, l’attivista sin da giovanissima della causa del calcio femminile, la dirigente che da anni siede in Consiglio Federale, la ragazza colta e sensibile alle cause civili, il personaggio iconico e simbolico sempre più ricercato da media e sponsor, addirittura divenuta volto di una Barbie da collezione.

Advertisement