Neo-genitori: usare la tecnologia senza eccessi nel primo anno di vita del bambino

Il primo anno di vita di un bambino è pieno di momenti emozionanti a cui tanti genitori non possono e non vogliono rinunciare. Per questo motivo il loro fidato smartphone è sempre pronto a immortalare ogni piccola novità con un video o una foto da rivedere tutte le volte che si vuole. Non solo, sono pronti a condividerlo subito sui profili social in attesa di ricevere qualche “Mi Piace” o "Commento" da parte di parenti o amici.  Il fatto che la tecnologia sia così profondamente radicata nella vita moderna fa emergere nuove considerazioni per i genitori: come può la tecnologia aiutarli durante il primo anno del bambino?. Secondo l'American Academy of Pediatrics (AAP), i genitori dovrebbero attendere fino ai due anni prima di esporre i bambini ai media-digitali. Non è ancora chiaro se le “App educative” abbiano davvero dei benefici sull'educazione dei più piccoli, ma il suggerimento è quello di usare sempre il buon senso nello stabilire dei confini “digitali”. Nello stabilire i benefici dell’uso della tecnologia in famiglia, l'American Academy of Pediatrics suggerisce un "approccio equilibrato" ai dispositivi in casa. Prova a considerare quale sia l'uso quotidiano della tecnologia e sii consapevole di ciò a cui il bambino viene esposto. Quindi cerca sempre di dare il buon esempio: niente cellulari a tavola durante l'ora del pasto, utilizza i dispositivi con cura e interagisci con gli assistenti digitali (Alexa, Google Home, Siri) usando un tono educato e rispettoso, concludendo le richieste con “Per favore” o “Grazie” per far capire l’educazione ai più piccoli.

Advertisement