Votare una donna solo perché donna è giusto?

«L’obiettivo è portare più donne in politica, più donne elette, vorremmo che le evoluzioni nella società vengano considerate anche da un punto di vista femminile per poter veramente individuare quali sono le azioni concrete necessarie». Nelle elezioni si tende a scegliersi fra simili «Qui vorremmo provocare una rottura» ci dice Marialuisa Parodi presidente della Federazione delle associazioni femminili del Canton Ticino. Ma è giusto votare una donna solo perché donna? «Questa domanda nasconde un altro pregiudizio, che è quello per cui le donne non avrebbero le competenze necessarie. E questo è il punto. Non tutti gli uomini al potere hanno le migliori competenze. La rappresentanza, che nella politica è un importante valore, prevede che vengano portati dei punti di vista diversi. E le donne hanno punti di vista diversi e la capacità di influire positivamente nelle dinamiche e nei contenuti. Quindi sì, è giusto votare una donna solo perché donna».

Advertisement